Com’è nato Swimrun Cheers? Eh, bella domanda!  Diego Novella – lo swimrunner addicted o “nostro Signore dello Swimrun” come lo chiamao alcuni dei nostri swimrunners – nelle vene non passa sangue, ma globuli di sport. Nel 2014, dopo trascorsi nel pentathlon moderno, sci, nuoto, corsa, maratone, triathlon come nuotatore, ciclismo, mountain bike e biglie…incontra lo Swimrun.

Cos’è lo Swimrun? SWIMRUN è nuoto/corsa/nuoto/corsa a frazioni alternate senza zona cambio (si corre con la muta, si nuota con le scarpe…). Nasce in Svezia, da una scommessa alcolica, dove alcuni amici si sfidano a correre e nuotare dal punto A al punto B. Nel 2006 Michael Lemmel e Mats Skott scoprono questo strano sport e chiedono di farlo diventare un evento commerciale. I primi due anni pochi team iscritti, poi è successo qualcosa e le squadre hanno imparato che l’unico modo di correre è non fermarsi, con un movimento costante. Nel 2011 la gara prende il nome ÖtillÖ ed oggi, a livello internazionale, è riconosciuta come SWIMRUN WORLD CHAMPIONSHIP ed è stata classificata dalla CNN come una delle gare più difficili del mondo. “Signore e Signori, è nato lo sport Swimrun!” La SWIMRUN WORLD CHAMPIONSHIP ha un percorso di 75K totali, 65K di corsa (31 frazioni), 10K di nuoto (22 frazioni) passando attraverso 26 isole e Diego ha partecipato due volte, unico italiano! 

Nel 2015, al rientro della sua seconda partecipazione all’ÖtillÖ World Championship, al bar Strobino (Arona) dell’amico Andrea Mora ecco che i due riescono a coinvolgere Veronica (…di cognome fa Castelli, di nome su FB Valentina…si qualche crisi d’identità ogni tanto ce l’ha 😉 ), che di lavoro si occupa di Marketing & Comunicazione.  I due le pongono la fatidica domanda: “come far conoscere lo Swimrun in Italia? Ed una gara al Lago Maggiore?”.  “Il neurone” – così viene chiamata dai due – pensa e ripensa come fare. Complice la passione di Diego ed Andrea per la birra, scopre che “…Una Gose o una Weiss, dopo una partita di tennis, hanno lo stesso valore di un’aranciata. Basta che non superino i 3-4 gradi alcolici e si può fare, l’incontro tra sport e birra è davvero possibile.. (leggi l’articolo)”,  il gioco è fatto. Marzo 2016, nasce Swimrun Cheers! 

storia1

 L’edizione “0”: una scommessa. Complice la passione di altri folli come noi, abbiamo realizzato il nostro sogno. Pochi ma buoni, tutti con una soddisfazione interiore pazzesca. La loro adrenalina era fondamentale a rompere il ghiaccio, benzina per il nostro fuoco interiore. Inutile parlare dell’immensa fatica perché ogni sorriso e abbraccio ricevuto ad ogni singolo passaggio degli atleti sotto all’arco dell’arrivo, svaniva! 

“11km di nuoto? Siete folli!” Rimbombava nelle ns orecchie ma da lì non ci siamo mossi per due motivi: 1 il legame di Diego alle OtillO World Championship 2 la nostra volontà ad essere diversi  

GRAZIE Gianfranco Inconics, Claudia Imperiali e Francesco Nota! 

 storia2

 L’emozione più grande di quest’edizione? Rivedere tanti dei protagonisti dell’edizione “0”.  

Tutto qui? Beh, già non sarebbe un tutto qui, comunque no. Quest’edizione ha creato un forte legame con i protagonisti, tanti provenienti dai test e soprattutto una cosa non scontata. Quale? Scoprire nelle autorità e municipalità dei complici inaspettati a spingerci a “dare di più” ed insieme trovare nuove idee per il 2018!    

GRAZIE Comune di Stresa, Matteo de Luca, Yacht Club Verbano, Gianfranco Inconics, Claudia Imperiali. 

 

 Wow…che edizione! Non basterebbero 10 pagine per raccontarle.  

Gli highlights? La scoperta degli iscritti americani e russi, pensavamo avessero sbagliato gara 🙂, l’arrivo ai Giardini di Villa Pallavicino a Stresa, tantissimi amici alla terza partecipazione, un fantastico gruppo degli afecionados ai test che mai avrebbero pensato di fare la gara ed invece… e per concludere, l’orgoglio di aver portato per la prima volta a Stresa, un Village di Street Food e Degustazione di Birra Artigianale.  

Senza dimenticare Antonio Aurilio entrato ufficialmente nel team (povero lui, Sant’uomo!) insieme a Dario Novella, Michela e La Tommy.   

Finito qui?!?!? NOOOOOOOO! L’orgoglio di aver organizzato la prima SWIMRUN BY NIGHT della STORIA. L’ha scritto anche Wikipeda!